Viale Pinturicchio, 45
00196 ROMA (RM)

tel: +39 06 3227726
tel: +39 346 7518524
fax: +39 06 32504630


Lo Studio Bastianelli rimarrà
Lo Studio Bastianelli rimarrà chiuso da lunedì 06/08/2012 a domenica 02/09/2012 per le ferie estive. »

SERVIZI E TECNICHE
CASI CLINICI
PRENOTA LA TUA VISITA
PAURA DEL DENTISTA
TERNIMI TECNICI
VIDEO

eMAIL INFORMA... STUDIO STAFF DOVE SIAMO IN... FORMA FORUM


25 aprile 2007
La sedazione cosciente . Niente più paura dal dentista

LA SEDAZIONE COSCIENTE

Informazioni generali

Definizione di Sedazione Cosciente:
La sedazione cosciente è una condizione medica controllata che normalmente non comporta la perdita dei riflessi protettivi * con lo scopo di fornire una condizione di rilassamento, amnesia e/o controllo del dolore durante una procedura diagnostica o chirurgica.
*La capacità di mantenere autonomamente la pervietà delle vie aeree e rispondere in modo adeguato agli stimoli fisici ed ai comandi verbali

Fondamenti

  • La sedazione cosciente non può essere indotta senza l'ordine di un'anestesista o delegato responsabile
  • La sedazione cosciente può essere usata al di fuori della sala operatoria durante procedure diagnostiche o chirurgiche quando non è necessaria un'anestesia
  • L'anestesita vakluterà la necessità di una sedazione cosciente utilizzando informazioni cliniche ed indagini strumentali o non
  • L'anestesita discuterà con il paziente i rischi ed i benefici di tale procedura e le eventuali complicanze e si assicurerà della compilazione del consenso informato
  • Tutti i pazienti sottoposti a sedazione cosciente devono essere seguiti dall'inizio della procedura fino al rientro in camera o alla dimissione
  • Tutti i dati relativi alla sedazione cosciente saranno riportati nella cartella d'Anestesia
  • Nell'area dove deve essere pratica la sedazione cosciente, l'anestesista dovrà verificare sempre la disponibilità di: Carrello emergenza e defibrillatore
    Aspirazione
    Sistemi di vetilazione manuale
    Sistemi d'erogazione ossigeno
    Vie aeree adeguate
    Monitor cardiaco
    Pulsiossimetro
    Laringoscopio e tubi endotracheali
    Antagonisti benzodiazepine e narcotici
    Vie venose

Preprocedura

Tutti i pazienti che devono essere sottoposti ad una procedura di sedazione cosciente in regime di ricovero od ambulatoriale devono essere adeguatamente valutati dall'anestesista responsabile della procedura.

  • Storia clinica, assunzione di farmaci, precedenti trattamenti anestesiologici, valutazione ASA
  • Digiuno prima della procedura
  • Documentazione e consenso informato
  • Procedure diagnostiche e di laboratorio a disposizione
  • Tutti i pazienti sottoposti a sedazione cosciente devono avere un accesso venoso sicuro

Procedura

L'anestesista responasbile della procedura deve valutare e riportare sulla scheda anestesiologica i seguenti dati

  • Parametri vitali: frequenza cardiaca, pressione arteriosa, frequenza respiratoria, saturazione in ossigeno
  • Livello di coscienza e risposta agli stimoli. (Si può utilzzare come riferimento le scale di sedazione a punteggio riportate in Appendice)
  • Dosaggi dei farmaci utilizzati. (Si può fare riferimento allo schema di dosggio riportato in Appendice)

Durante la procedura

Tutti i pazienti devono essere monitorizzati e controllati dall'inizio fino alla fine della procedura

  • Parametri vitali: frequenza cardiaca, pressione arteriosa, frequenza respiratoria ogni 5 minuti
  • Livello di coscienza e risposta agli stimoli ogni 5 minuti.
  • EKG (in caso di malattie cardiovascolari o disturbi del ritmo).
  • Ossigenazione: pulsiossimetria continua
  • Far Postprocedura

    Il paziente può essere trasferito o dimesso quando:

    • Temperature ascellare normale
    • Pressione arteriosa entro il 15% dei valori presedazione
    • Frequenza cardiaca non inferiore a 60 o superiore a 100 (eccezione valori basali oltre questo range)
    • Frequenza respiratoria non inferiore a 12 e non superiore a 30.
    • Sveglio ed orientato
    • Autonmo nella deambulazione (salvo eccezioni per età o condizioni preesistenti)
    • Nessun'evidenza di nausea, vomito o malessere
    • Capacità ad urinare con riferimento al tipo di procedura (urologica, ginecologica)
    • Capacità di assumere liquidi con riferimento al tipo di procedura
    • Consegna di tutte le informazioni ad un famigliare o persona adulta responsabile in casi di paziente ambulatoriale

    DOSAGGI EV CONSIGLIATI

    FARMACI
    ADULTI
    PEDIATRICI
    Diazepam
    2-10 mg
    0,25 mg/kg
    Lorazepam
    0,05mg/kg
    0,03-0,05 mg/kg
    Midazolam
    0,07-0,08 mg/kg
    0,034 mg/kg
    Morfina
    0,025-0,2 mg/kg
    0,05-0,2 mg/kg
    Meperidina
    1-1,5 mg/kg
    1-2 mg/kg
    Fentanile
    1-2 µg/kg
    1-2 µg/kg
    Sufentanile
    0,1-0,2 µg/kg
    0,1-0,2 µg/kg
    Midazolam endonasale

    0,1-0,4 mg/kg
    Remifentanile
    0.025-0.2 µg/kg/min

    Propofol
    0,5-2,0 mg/kg/h


    SCALA DI SEDAZIONE

    SCALA
    SEDAZIONE
    0
    No sedazione
    1
    Sedazione minima - Rilassato, risponde adeguatamente alla conversazione
    2
    Sedazione moderata - Sonnolento, risponde ai comandi verbali e/o ad una stimolazione lieve
    3
    Sedazione profonda - Risvegliabile solo con stimoli intensi
    4
    Anestesia - non risvegliabile


    GRADO DI SEDAZIONE

    Grado di Sedazione
    Scala di Sedazione
    Sedazione Minima
    1
    Sedazione Moderata
    2
    Sedazione Profonda
    3


    maci somministrati

» INDIETRO

© Studio Odontoiatrico Dott. Paolo Bastianelli
HOME MAIL SITEMAP